Chiesa Santa Maria in vallicella

Santa Maria in vallicella (detta chiesa nuova)

 

Roma - P.za della chiesa nuova

Tutte le fotografie sono ingrandibili

navata chiesa nuova

Santa Maria in Vallicella prende il nome da una piccola depressione del terreno che nel corso del tempo venne ripianato, anche se c'è da dire che è meglio conosciuta con il nome di "Chiesa Nuova".
Questa è la chiesa che nel 1575 Papa Gregorio XIII donò a San Filippo Neri, il famoso prete che si adoperava al recupero ed all'educazione dei ragazzi poveri.

San Filippo Neri fece ricostruire tutta la chiesa, venne incaricato prima Matteo da Città di Castello ed in seguito Martino Longhi il vecchio, la chiesa venne consacrata nel 1599 anche se la facciata venne terminata solo 5 anni più tardi, il grande oratorio annesso venne terminato nel 1666 e presenta l'originale impronta del grande Borromini.

volta chiesa nuova

Nella splendida volta a botte al centro c'è un affresco di Pietro da Cortona, esso rappresenta "S. Filippo a cui appare la Vergine" nell'atto di sorreggere il tetto divenuto pericolante durante la costruzione, tutta la volta è un trionfo di stucchi (dorati e non) ad opera di Cosimo Fancelli ed Ercole Ferrata, mentre anche i restanti affreschi che ornano la cupola, i pennacchi della cupola ed il catino absidale, sono opera mirabile di Pietro da Cortona.

Molte opere d'arte sono inserite nelle cappelle laterali:
la cappella della Famiglia Spada (capp. di S. Carlo Borromeo) disegnata da C. Rainaldi, si presenta la pala d'altare "ss. Carlo Borromeo e Ignazio di Loyola ai piedi della Vergine" opera di Carlo Maratta;
la cappella di S. Filippo Neri concepita da Onorio Longhi presenta marmi pregiati, madreperla e pietre ornamentali, sotto l'altare riposano le reliquie del Santo, sulle pareti e sulla volta sono inserite tele del "Pomarancio";
nella cappella del transetto sinistro "presentazione di Maria al tempio" opera del Barocci;
nella quarta cappella di sinistra ancora del Barocci è "la Visitazione" ed affreschi del Saraceni Carlo;
nella sagrestia grande gruppo scultoreo ad opera di Algardi;
nella cappella dei Magi "adorazione dei Magi" opera di Cesare Nebbia;
nella cappella della pietà c'è la copia della "Deposizione" opera di M Koch (1797) che sostituisce il famoso originale del Caravaggio trasferito nei Musei Vaticani;
nella cappella dell'ascensione omonima pala ad opera di G. Muziano;
nella cappella dello Spirito Santo pala di G. M. Morandi che raffigura la discesa dello spirito santo;
nella cappella dell'assunta sull'altare "assunzione di Maria" ad opera di G. D. Cerrini;
nella cappella dell'incoronazione pala del Cavalier D'Arpino "incoronazione di Maria"

abside chiesa vallicella

Ai lati del presbiterio risaltano due sontuosi organi barocchi mentre l'altare maggiore è ornato dalle uniche pale presenti a Roma del grande pittore fiammingo Peter Paul Rubens: al centro "vergine col bambino e angeli", a sinistra i santi "Gregorio Magno, Mauro e Papia" ed a destra i Santi "Domitilla, Nereo e Achilleo"

Tags: Roma chiesa Santa Maria in Vallicella (chiesa nuova)

tags: roma Chiesa santa maria vallicella roma Chiesa santa maria vallicella roma Chiesa santa maria vallicella roma Chiesa santa maria vallicella roma Chiesa santa maria vallicella roma Chiesa santa maria vallicella roma Chiesa santa maria vallicella roma Chiesa santa maria vallicella

Chiese di Roma