Scavi di Ostia Antica

Raggiungibile con il trenino Roma-Ostia dalla stazione Ostiense oppure dalla gita con battello sul Tevere.

E' possibile sostare nell'ampio parcheggio degli scavi di Ostia Antica escluse le ore notturne.

Ostia, secondo la tradizione sarebbe stata fondata dal re Anco Marzio alla foce del Tevere, dove secondo la leggenda era approdato Enea, sorta come colonia militare a difesa della foce del fiume, fu luogo di raccolta della flotta e cantiere navale. L'area archeologica merita una visita per completare la conoscenza della storia di Roma, in quanto offre la possibilità di vedere, come Pompei del resto, l'impianto urbanistico romano.

decumano maximo

ITINERARIO:
Dall'ingresso in via Ostiense iniziamo la nostra visita.
A sinistra notiamo il sepolcreto con le antiche tombe, fra cui spicca la Tomba degli Architetti, più avanti a destra, invece, vediamo la Porta Romana, di epoca Repubblicana, che da' accesso a piazzale della Vittoria.
Siamo nel Decumanus Maximus l'arteria principale della città, da qui è un susseguirsi di costruzioni: botteghe, abitazioni, il conosciutissimo Caseggiato del cane Monus, chiamato così per una figurazione musiva e le terme di Nettuno, dove si possono ancora distinguere i diversi ambienti che caratterizzavano l'impianto delle terme romane, salendo sui gradini è possibile vedere dall'alto due ambienti con mosaici.
Andiamo in via dei Vigili per ammirare i resti del mosaico simbolo delle quattro Province e dei quattro Venti, giungiamo quindi in via delle Corporazioni dove possiamo ammirare i resti ben conservati del Teatro costruito in epoca augustea.

teatro ostia antica

Dietro al teatro si può notare il Piazzale delle Corporazioni, con le stationes delle corporazioni e delle città coloniali che avevano scambi con Roma e Ostia.
A seguire troviamo la Domus di Apuleio e, proseguendo su via Diana e poi via dei Dipinti, eccoci al Museo Archeologico Ostiense, dove sono custodite molte testimonianze della vita dell'epoca: oggetti, suppellettili, parti di mosaici e statue.
Dopo la doverosa visita, riprendiamo il percorso verso il Foro dove campeggia il Capitolium Adrianeo, che si eleva sulle altre rovine e il Tempio di Roma e di Augusto, del foro non perdiamoci le Terme, nelle quali spicca il grandioso frigidarium, sul lato opposto del foro possiamo vedere la Basilica ed il Tempio Rotondo.

statua tempio repubblicano ostia antica

Al Bivio di Castrum troviamo sulla nostra destra l'area sacra dei Templi Repubblicani.
Da visitare accuratamente è la Domus di Amore e Psiche che conserva un monumentale ninfeo, splendidi mosaici e pavimenti marmorei policromi. A sinistra del Bivio Castrum, lungo via Calcara visitiamo: il Mitreo dalle pareti dipinte, il Caseggiato di Serapide, il Caseggiato degli Aurighi e le terme della Trinacria.
Proseguendo in via del tempio di Serapide vediamo il Caseggiato di Bacco e Arianna e il Tempio di Giove Serapide, giriamo in via cardo degli Aurighi, ed entriamo nell'area delle Case a Giardino di epoca adrianea, esse sono disposte come una città giardino in miniatura.

mitreo dipinti ostia antica

Andiamo verso la Porta Marina, superata la quale ci si trova nel Prospetto a Mare, un piazzale colonnato che sorgeva a pochi metri dalla spiaggia, Ostia infatti, sorgeva sulla foce del Tevere, dove venne costruito il Porto di Roma.
Rientrando da Porta Marina possiamo ammirare il Caseggiato della Fontana con Lucerna ed il grandioso ingresso della Schola di Traiano, con portici giardino e ninfei.
Da via Iside ci immettiamo in via del Tempio Rotondo che riporta al Cardo Maximus, svoltiamo a destra, in via della Fortuna Annonaria dove c'è la magnifica domus risalente al III-IV secolo che da il nome alla via, a seguire: l'edificio sede degli Augustali, il Mitreo di Felicissimo, il Santuario della Bona Dea, il Caseggiato di Temistocle e il Tempio Collegiale.
Eccoci così di nuovo sul Decumano Massimo, di fronte a noi Porta Romana, da cui siamo arrivati.

| Condividi |

Consigliamo l'aquisto di una guida o l'affitto dell'audioguida.

NOTIZIE UTILI:
Scavi di Ostia e Museo Ostiense
Viale dei Romagnoli, 717
00119 Ostia Antica - Roma
Tel. 06-56358099 Fax 06-5651500
e-mail: ostia@arti.beniculturali.it

Prezzo ingresso aggiornato ad ottobre 2010: € 6,50.

CHIUSO IL LUNEDI' E NEI GIORNI 1° GENNAIO, 1° MAGGIO E 25 DICEMBRE.

ORARI:

GENNAIO e FEBBRAIO:h. 08,30-16,00, uscita del pubblico entro le h. 17,00.
MARZO: h. 08,30-17,00, uscita entro le h. 18,00.
Dall’ULTIMA DOMENICA DI MARZO alla fine dell’ora legale (ULTIMA DOMENICA DI OTTOBRE): h. 08,30-18,00, uscita del pubblico entro le h. 19,30.
DALL'ULTIMA DOMENICA DI OTTOBRE ALLA FINE DI OTTOBRE:h. 08,30-17,00, uscita entro le h. 18,00.
NOVEMBRE e DICEMBRE:h. 08,30-16,00, uscita del pubblico entro le h. 17,00.
- ALL'INTERNO DEGLI SCAVI, NEI PRESSI DEL MUSEO OSTIENSE, SONO IN FUNZIONE LA CAFFETTERIA-RISTORANTE/SELF SERVICE ED IL BOOKSHOP.
- E' ATTIVO IL SERVIZIO DI AUDIOGUIDE IN LINGUA ITALIANA ED IN LINGUA INGLESE, DA RICHIEDERE IN BIGLIETTERIA.

MUSEO OSTIENSE (interno Scavi)
Il prezzo del biglietto è compreso in quello d’ingresso agli Scavi.
ORARI:
GENNAIO, FEBBRAIO, NOVEMBRE E DICEMBRE:
h.09,00-16,30
MARZO: h.09,00-17,30.
Dall'ultima domenica di MARZO alla fine dell'ora legale (ultima domenica di OTTOBRE): h.09,00-13,30; 14,15-18,30.
Dall'ultima domenica di OTTOBRE alla fine di OTTOBRE:h.09,00-17,30.
Ampio parcheggio all'ingresso degli scavi con tariffe diversificate (camper € 5,00)

Un interessante link di approfondimento: http://spazioinwind.libero.it/popoli_antichi/altro/Ostia.html