Tour della Baviera 2013 - pag 1

Diario di viaggio redatto da Fabio (Copenga)

Agosto 2013
Le ferie di quest'anno sono arrivate così quasi all'improvviso... vari problemi familiari ci
hanno costretto a decidere all'ultimo e senza preparazione, ma negli anni abbiamo
conosciuto molti che col camper sono stati in Germania e tutti ne hanno parlato sempre
bene anche riguardo alle possibilità di sosta, quindi partenza per la Baviera che tra l'altro
va bene anche alla nostra figliola... sebbene a suo dire avremmo dovuto raggiungere
Berlino.
Partiamo domenica 11 ma solo dopo che il caldo da qualche segno di cedimento, le prime timide raffiche di ponentino (ormai rarissimo) si fanno sentire verso le 18:00, decidiamo di viaggiare finché ne abbiamo voglia e questa ci passa già a Lucignano, ci fermiamo nell'area ai piedi del paese in cui ci radunammo con gli amici di RIC

Lunedì 12
Si parte rilassati, infatti finalmente abbiamo potuto dormire al fresco, c'è l'intenzione di
raggiungere Innsbruck o quantomeno l'Austria.
Ad Innsbruck e nelle immediate vicinanze non troviamo un'area di sosta che abbia un solo posto libero, nemmeno nel camping Schwimmbad ad Hall in Tirol che offre anche solo area di sosta per circa 20 camper, nel prezzo è compreso l'ingresso nella piscina
comunale, sarebbe stato ottimo per un giorno di sosta. (GPS: N 47.2849, E 11.49638)
Ma comunque non ci dispiace poi molto poiché è ancora abbastanza presto e decidiamo
di raggiungere direttamente München.

area camper allianz arena

Arriviamo verso le 23:10 nell'area camper del bellissimo stadio Allianz Arena del Bayern München (GPS: N 48°13'18" E 11°37'28" ), qui impieghiamo circa mezz'ora a capire che alcune delle prese di corrente non funzionano, ne troviamo una funzionante solo dopo aver sostituito la presa eurodin con una Schuko, anche alcuni che arrivano più tardi ed altri che verranno nei giorni successivi pensano di avere un guasto elettrico ed invece le colonnine hanno molte prese che non funzionano, sia le prese europee che le tedesche Schuko.

Martedì 13
La notte è passata tranquilla fin verso le 5 di mattina quando è iniziato a piovere abbastanza decisamente, un paio d'ore di pioggia che ha rinfrescato un bel po' l'aria.
Per noi che arriviamo dall'afa romana questa pioggia mette una strana sensazione, non sappiamo se è freddo oppure se siamo noi ad essere disabituati, gli altri indossano felpe o giacchetti leggeri, ad ogni modo prima di sistemarci per andare a visitare la città, facciamo in tempo a capire che farà caldo... infatti l'equipaggio del camper (moglie e figlia...) si rende pronto non prima delle 12:10!!!
Arriviamo alla fermata della metro che sta dalla parte opposta dello stadio, non funziona causa lavori in corso, ma nelle vicinanze c'è un bus sostitutivo (X106) che parte molto frequentemente e che porta rapidamente alla prima fermata della metro utile, nel nostro caso la fermata “Alte Heide”
Facciamo il biglietto turistico valido 3 giorni su tutta la rete dei trasporti di München, questo biglietto vale per 5 persone e costa 24,60 euro.

Birra augustiner
In pochi minuti raggiungiamo Marienplatz e ci tuffiamo nel centro pieno zeppo di turisti di tutte le specie, visitata la caratteristica piazza Viktualienmarkt col coloratissimo mercato e coi tanti chioschi che sfornano salsicciotti, wurstel ed altre specialità gastronomiche, decidiamo di sederci a mangiare con calma qualche piatto tipico ed a bere una delle famose birre bavaresi.
Ovviamente il menu in tedesco ci disorienta ed ordiniamo un po' a sensazione, di fatto ci arriva un piatto che non avevamo immaginato così... si tratta di wurstel tagliati a fettine sottili ed immersi in una specie di brodino acquoso con cipolle, insalata, carote e chissà cosa altro ancora, meno male che la birra è la buonissima Augustiner servita rigorosamente in boccale da 1 litro.

La visita continua nelle vie più turistiche e fra i palazzi più famosi tra le quali incontriamo molte persone vestite di tipici abiti bavaresi, ci ritroviamo alle 17:00 in Marienplatz per vedere il carillon comunale, tutti col naso in su... a me non fa molto effetto e preferisco aggirarmi nella piazza.

allianz arena
La sera rientrando troviamo l'Allianz Arena illuminato, cambia a rotazione 3 colori: i colori della Baviera e quelli del Bayern München.

Mercoledì 14
Oggi visita al museo d'arte moderna dov'è tra le altre sono esposte opere di Andy Warhol, proviamo ancora a mangiare tipico e stavolta indoviniamo un bel piatto, la birra di oggi è la Löwenbräu (buona si!!!)
Ritorniamo abbastanza presto in camper perché stasera usciremo nuovamente quindi non vogliamo lasciare troppe ore da sola la nostra cagnetta Raissa, ora è anziana ed è anche per lei che abbiamo scelto una vacanza in una nazione fresca.
Nell'attesa avremmo dovuto fare camper service, ma la postazione dell'allianz arena ha il pozzetto delle acque grigie ostruito dalla breccia ed inoltre lo spazio preposto è occupato da una macchina, infine per caricare l'acqua necessitano monete da 20 cent e noi non ne abbiamo, consultiamo il sito http://www.promobil.de/ e troviamo un camper service a Sulzemoos in Ohmstrasse 16 (GPS: N 48° 16‘ 52'' E 11° 15‘ 44'' ) attenzione perché la colonnina del camper service è proprio all'interno della rivendita di camper “Der Freistaat” e non nel vicino parking adibito a sosta camper.
Torniamo all'Allianz Arena, c'è da dire che in questa area camper abbiamo registrato già diversi malfunzionamenti quindi anche nella precisissima Germania qualcosa non funziona...
Questa sera cena nella famosa birreria Hofbräu, arriviamo verso le 21:00 e la troviamo pienissima, fatichiamo a trovare tre posti all'interno anche se è veramente immensa.

birreria hofbrau

L'orchestrina tipica suona quasi ininterrottamente e l'ambiente ovviamente è molto molto allegro, ordiniamo birra ma non da mangiare... praticamente dobbiamo accontentarci di mangiare il tipico pane intrecciato a ciambella comprandolo da ragazze in vesti tipiche che passano ininterrottamente tra i tavoli poiché, guardando gli altri clienti, notiamo che il cibo ordinato arriva dopo molto tempo.
Finiamo la serata tra le vie del centro ancora abbastanza frequentate, incontrando in vari punti del centro, molti artisti di strada alcuni dei quali veramente bravi.

Giovedì 15
Decidiamo di restare in questa città allegra ed allo stesso tempo tranquilla, passiamo il ferragosto ancora in centro chiudendo la serata alla birreria Augustiner, rispetto alla Hofbrau è più tranquilla e ciò ci permette anche di cenare con gli ottimi piatti della casa.
Durante la passeggiata di rientro troviamo un artista di strada che ha addirittura portato con sé un pianoforte a coda!

Pagine: 1 [2] [3] [4] | Condividi |

Archivio